Come un grafico creativo farà fallire la tua azienda se gli affidi l’intera realizzazione del tuo volantino

 

Sono ormai anni, da quando lavoro nell’ambito del volantinaggio, che mi ritrovo sommerso da volantini con grafiche belle da vedere, ma che “quagliano” poco.

Sono anni che vedo aziende fallire, gente rimanere senza lavoro e imprenditori impiccati.

E sono davvero troppi anni che mi ritrovo a guardare questi due fattori combinarsi. Perché questo?

L’imprenditore che deve realizzare un volantino per la propria azienda, generalmente segue questi passaggi:

  • Fase 1 : Si rivolge ad una tipografia per conoscere i costi di realizzazione del proprio volantino.
  • Fase 2 : Incarica, per l’80% delle volte, la tipografia di occuparsi anche dell’aspetto grafico. Pensando, “giustamente”, che un buon grafico conosca i trucchi per le comunicazioni “d’effetto”. Di certo avrai pensato chi meglio di lui?

SBAAAM! Questo è il primo errore madornale.

A questo punto, va chiarita una cosa.

Il grafico è un professionista che si occupa principalmente di creare oggetti visivi, intesi per essere stampati.

Il grafico che vuole impostare a livello di copywriting (testo del volantino) un volantino, non è altro che, per usare un paragone, un muratore che si cimenta a fare l’elettricista. La figura che invece deve occuparsi del corpo del volantino, cioè chi deve dare istruzioni al grafico su cosa scrivere, è il copywriter.

Il copywriter è una figura professionale che conosce i processi mentali del lettore tipo del tuo volantino, e sa come attirare la sua attenzione utilizzando un tipo di testo persuasivo.

ATTENZIONE! Con questo non intendo dire che non devi affidarti ad un grafico.

Se crei un volantino con un buon copy ma utilizzi Paint per realizzarlo, probabilmente otterrai, oltre a ritorni zero, anche una figura di merda e la gente ti prenderà per culo come il taccagno della zona.

Quello che voglio dirti è che dovresti rivolgerti ad un grafico quando hai già le idee ben chiare sul copy del volantino.

Le fasi corrette che devi seguire per la realizzazioni di un volantino sono le seguenti:

  • Fase 1 : Rivolgersi sempre ad una tipografia per quantificare i costi di stampa.
  • Fase 2 : Rivolgersi ad un agenzia che si occupa di distribuzione, possibilmente una che si avvalga dei rilevatori gps per tracciare l’avvenuta distribuzione. Così si potrà quantificare anche il costo della distribuzione.
  • Fase 3 : Incaricare un esperto di copywriting per realizzare un contenuto che porti ai ritorni sperati.
  • Fase 4 : Andare dal grafico con i contenuti già ben definiti e dare a lui il compito di occuparsi esclusivamente dell’aspetto grafico del volantino.

Ecco, ora hai GRATIS il modo per realizzare una campagna di volantinaggio fatta con criterio, evitando di buttare i tuoi soldi nel cesso grazie alle idee illuminanti di qualche grafico “creativo” che non sa nemmeno lui, poverino, cosa sta combinando.

Ad ogni modo, se preferisci realizzare un volantino “bello da vedere” e buttare i tuoi soldi nel cesso senza avere i ritorni che ti permetteranno di recuperare almeno i costi sostenuti, sei libero di procedere con il classico metodo, facendo realizzare una porcheria suicida dal grafico creativo di zona.

Sta a te la scelta tra una campagna di successo studiata e un’inculata a sangue.

Il tuo portafoglio, anche questa volta, ringrazierà.

P.s. Per ricevere altri consigli e confrontarti con altri imprenditori d’Italia, iscriviti al gruppo www.facebook.com/groups/volantinobancomatgruppo/ .

Se attualmente è impossibile per te affidarti ad un copywriter per la realizzazione del tuo volantino, puoi scaricare in maniera gratuita il mio report contenente gli 81 quesiti da porti prima di stampare il tuo volantino https://volantinobancomat.it/report/

Se invece non hai tempo o modo per farlo in prima persona o semplicemente, dati i tuoi impegni, non vuoi sottrarre tempo prezioso alla tua azienda, puoi contattarmi direttamente per una consulenza.

Grazie per avermi dedicato qualche minuto della tua giornata.

A presto,

Andrea Cantatore.

 

Lascia un commento